1997 · Nuova Sede IUAV a Venezia

  • Collaboratori: F.Lamon, M.Schiavi,F.Desideri

Il concorso prevedeva il recupero dell’area dei Magazzini Frigoriferi da destinare a sede dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV) e di alcuni servizi da mettere a disposizione della città. La giacitura dei corpi di fabbrica dell’edificio in progetto è in continuità con la trama dei lotti dell’adiacente Sestriere di Dorsoduro. L’edificio, all’interno come all’esterno, si presenta tripartito da due percorsi paralleli simili a calli che lo attraversano longitudinalmente da Nord a Sud su tutti i piani. Al centro si definisce uno spazio a tutt’altezza con copertura vetrata e simile, per proporzioni, ai cortili e ai campielli veneziani. Al piano terreno sono disposte la libreria, una sala conferenze con 100 posti, un Auditorium  polivalente con 500 posti suddivisibile in due sale, il bar, il ristorante e uno spazio espositivo accessibili direttamente anche dall’esterno. Le 12 aule e gli spazi per seminari sono dislocati al primo e al secondo piano con esposizione favorevole a Est e a Ovest. Il rivestimento delle facciate in mattoni con fasce marcapiano in pietra bianca richiama l’architettura bizantina della Chiesa di San Nicolò dei Mendicoli e quella dei vicini edifici industriali ottocenteschi che si affacciano sul Canale della Giudecca quali l’Ex Cotonificio Veneziano e il Mulino Stucky

WP SlimStat