2002 · Casa a Cunardo (VA)

  • con arch. C.Carozzi
  • Collaboratori: F. Lamon, M. Schiavi

L’ampliamento è composto grosso modo da un volume a torre di due piani chiuso entro tre muri rivestiti in pietra e da un corpo basso di pianta trapezoidale, parzialmente in aggetto sopra al muro del garage e rivolto al paesaggio delle Prealpi. Tra l’edificio esistente e il volume in ampliamento vi è un distacco apparente: tale accorgimento permette anche visivamente di non estendere eccessivamente la mole dell’edificio, già abbastanza lunga e compatta, cercando anche di mantenere una certa trasparenza tra la casa esistente e l’ampliamento. Come un fienile o una torre, la nuova costruzione si accosta all’edificio esistente prendendo ad esempio alcuni edifici rurali del centro storico di Cunardo e rievocando l’antica presenza di rocche e di fortificazioni (il famoso castello ormai scomparso) lungo la via Castelvecchio.

WP SlimStat